Stili comunicativi

Stili comunicativi

Volevo condividere con Voi alcuni concetti sugli stili comunicativi in relazione anche alle considerazioni svolte nell’ultimo post del mio blog!A volte il mancato funzionamento della comunicazione è dovuto all’utilizzo istintivo e preponderante di alcuni stili comunicativi che ci sono propri ma che non sono funzionali alla situazione di riferimento. Faccio riferimento tipicamente all’utilizzo di tre stili: Aggressivo, Passivo e Assertivo. Vediamoli più da vicino.

Lo stile aggressivo è tipico di una persona che si impone con tono di voce arrogante, che cerca di imporre le sue convinzioni, manca di interesse per l’interlocutore e lo interrompe in modo continuo. Tipicamente è una persona che ama umiliare invadendo lo spazio degli altri senza rispettare le loro idee…..PUNTA L’INDICE E SI METTE LA MASCHERA DEL FORTE ANCHE SE IN GENERE SI TRATTA DI UN MECCANISMO DI DIFESA!….chissà quante persone di questo tipo avete mai conosciuto!

Lo stile passivo è tipico di chi esita ad esprimere le proprie idee, teme di essere ascoltato e giudicato, parla con voce sommessa e cerca l’approvazione degli altri che è convinto siano sempre più bravi!…..in sostanza si tratta del ragionier Fantozzi!!!

Lo stile assertivo è di una persona che ascolta con interesse che pone domande per verificare la comprensione, che difende la propria posizione e che eventualmente chiede spiegazioni motivando i propri giudizi. E’ una persona che se viene interrotta chiede di poter terminare cercando di essere leale, tollerante e comprensivo.

E’ sempre bene cercare di capire che tipo di stile di comunicazione utilizza il nostro interlocutore in modo da cercare di relazionarsi con lui al meglio….!

Diciamo che……… Le parole non sono dette a caso, sono l’espressione di quello che un individuo ha alle spalle; la sua storia, i suoi desideri, le sue passioni, gli odi e gli amori…

E voi che stile avete alle spalle??? Siete uno squalo, Fantozzi…o una persona che ascolta?

Ciao e alla prossima!

<br />______<br /><br />Condividi questo articolo sui tuoi canali social! <br />Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Nessun commento

Lascia un commento